Come l’Intelligenza Artificiale trasformerà il Digital Marketing

Cos’è l’intelligenza artificiale?

Oltre ad essere una delle buzzwords del momento e un ottimo soggetto di fantascienza, l’intelligenza artificiale consiste nella simulazione dell’apprendimento umano. Quindi, per estensione, l’intelligenza artificiale nel linguaggio corrente designa i dispositivi che imitano o rimpiazzano l’uomo in alcune attuazioni delle sue funzioni cognitive.ai-figmenta-posts

Si tratta di una tecnologia basata sull’interazione con l’esterno e sulla rielaborazione dei dati raccolti, che vengono poi utilizzati per rispondere a task in maniera ‘smart’, ovvero intelligente.

Al giorno d’oggi, l’intelligenza artificiale è alla base di molte trasformazioni digital. Aziende e brand sfruttano i dati raccolti tramite questa tecnologia, al fine di ottimizzare il ROI. In questo modo si possono costruire dei modelli statici, capaci di predire il comportamento degli utenti e suggerire alcune azioni preventive alle aziende.

Viviamo nell’entusiasmante momento in cui Siri può essere sarcastica e brillante, le auto Tesla si guidano da sole e Google AI può imparare a giocare con i videogiochi in un paio d’ore. L’intelligenza artificiale sta, pian piano, rivoluzionando tutti i settori commerciali.

Curiosi di sapere come usare l’intelligenza artificiale per interagire con i clienti?

Ecco allora tre sorprendenti applicazioni dell’intelligenza artificiale che stanno accelerando l’evoluzione del marketing creativo multicanale:

  • Intelligenza Artificiale e User Experience;
  • Artificial Intelligence Marketing;
  • Video Assistant Referee VAR.

Intelligenza Artificiale e User Experience

Le aziende devono far fronte ad una nuova sfida: umanizzare la relazione digitale con il consumatore in un mondo di interfacce, così distante dal contatto umano.

I Chatbot sono un esempio di come l’intelligenza artificiale creativa possa arricchire la user experience, adattandosi perfettamente alle nuove esigenze dei brand, che devono creare dei contenuti capaci d’intrattenere una conversazione quotidiana con gli utenti. Difatti, lo strumento in sé non costituisce più soltanto un punto di contatto, ma anche un’occasione di conversazione con il consumatore.

Programmati per interagire con i clienti sulla base dei dati che ricevono, i chatbot diventeranno presto un sistema multi-dimensionale di comunicazione, che comprende il riconoscimento vocale e funzioni touch. Il tutto, per favorire un’interazione semplice e diretta con l’utente.

È il caso di My Starbucks Barista, che permette di ordinare snack e bibite tramite messaggi vocali o chat! Questo rende il contatto tra consumatore e brand più facile e coinvolgente.

La realtà aumentata è una sovrapposizione di realtà ed elementi digitali (suono, immagini 2D e 3D, video, etc…) calcolati da un sistema informatico in tempo reale. Per sua natura, è una tecnologia che si applica sia alla percezione visiva, che tattile o uditiva: ciò la rende utilizzabile per moltissime applicazioni in diversi campi, come videogiochi, cinema e televisione.

La realtà aumentata è dunque un altro aspetto dell’intelligenza artificiale da poter sfruttare in maniera creativa.

La campagna multicanale #GRIGLIAMOCISU di Burger King Italia ha utilizzato l’intelligenza artificiale applicata al marketing per coinvolgere i consumatori. Scannerizzando dall’app la tovaglietta o lo scontrino, infatti, si può accedere ai giochi pensati per il mondiale e partecipare all’estrazione di premi e coupon.

ai-augmented-reality-figmenta-burgerking

Questo meccanismo garantisce l’engagement dell’utente, che diventa egli stesso parte attiva della strategia di comunicazione. Al di là della fidelizzazione del cliente, tramite l’intelligenza artificiale si ottiene un brand engagement basato sulla reciprocità: infatti, si instaura con l’utente un rapporto duraturo, basato su componenti emotive.

Artificial Intelligence Marketing

Il ‘predictive marketing’ è l’insieme dei dispositivi di marketing che permettono di anticipare i comportamenti dei clienti, con previsioni basate su dati e probabilità.

Il carattere predittivo si serve di tecniche di datamining (l’individuazione di informazioni tramite estrapolazione mirata da banche dati), che permettono di profilare il comportamento utente in funzione dei dati passati.

Ogni volta che un utente naviga in internet, nuovi dati vengono generati e raccolti per l’analisi AI: tali dati possono rivelare informazioni come bisogni, comportamenti e future azioni. In pratica, allineando la strategia del content marketing e l’intelligenza artificiale è possibile creare delle campagne personalizzate per ogni utente, sulla base di dati quali ricerche dei clienti, abitudini d’acquisto e interessi. ai-figmenta-article

Credits to Sky AdSmart

Questo principio viene sfruttato ad esempio dall’adressable tv, cioè la tecnologia che permette di trasmettere in televisione pubblicità mirate, studiate per un determinato target. È il caso di Sky AdSmart, che introduce in Italia il primo tipo di pubblicità televisiva targettizzata: questa permette di differenziare per cluster le campagne pubblicitarie trasmesse. I cluster vengono individuati sulla base di informazioni fornite dai consumatori, sul tipo di abbonamento e in base all’area geografica.

Video Assistant Referee VAR

L’intelligenza artificiale è già presente nelle nostre vite, opera in background tra le nostre attività di tutti i giorni: basti pensare che l’80% dei contenuti su internet è visivo.

I social media sono un’enorme fonte di immagini, e si stima che la popolazione mondiale condivida 3.25 bilioni di foto al giorno. L’intelligenza artificiale scandaglia i social, cercando foto da confrontare con archivi estesi di dati, così da poter permettere ai brand di individuare contenuti simili a quelli presenti sui loro canali. Questo grande potenziale di informazioni può essere sfruttato con l’AI per capire dettagli demografici come età, sesso, e anche indicazioni geografiche sul consumo dei prodotti.

Grazie alla tecnologia di apprendimento continuo, Amazon Rekognition può riconoscere volti, espressioni ed emozioni e identificare oggetti.

In breve, questo servizio si è rivelato indispensabile anche per istituzioni come Pinterest, basate interamente sui visual, ovvero situazioni in cui il controllo delle immagini con l’intelligenza artificiale risulta fondamentale per le attività di moderazione. Quest’analisi può inoltre trovare applicazione in vari settori: per banche e finanza, ad esempio, il riconoscimento dell’immagine tramite AI può velocizzare i pagamenti ed aumentare la sicurezza del cliente.

I vantaggi dell’intelligenza artificiale applicata al marketing

La grande rivoluzione dei Big Data ha fatto sì che si intensificasse la ricerca sul modo in cui processare e analizzare le informazioni raccolte in rete. Con il crescente interesse in questo campo, l’intelligenza artificiale si è sviluppata anche per supportare un utilizzo intelligente di quest’enorme mole di informazioni, facendo sì che le aziende potessero essere dinamiche nella relazione con gli utenti.

Grazie alla vasta portata dei social media e dei Big Data, oggi conosciamo i consumatori meglio che mai! L’intelligenza artificiale e le tecnologie associate avvicinano brand e clienti: se da un lato i consumatori avranno una migliore conoscenza del prodotto, dall’altro i brand avranno una migliore comprensione dei consumatori.

L’intelligenza artificiale è un’opportunità da cogliere e, se ben utilizzata, sarà per le aziende un vantaggio competitivo. Allinearsi con le tecnologie emergenti garantisce che il tuo brand sia un passo avanti rispetto ai tuoi competitors: se vuoi saperne di più, contattaci!

WANNA MEET FIGMENTA?






Altri articoli che potrebbero interessarti:

Strumenti digitali per aumentare la produttività nel 2018

Strumenti-digitali-figmenta

Come la digitalizzazione cambierà il settore beauty nel 2018

digitalizzazione-settore-beauty-2018-figmenta

Come connettere digitale in-store cone le attività multicanale?

 

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva